sabato 6 marzo 2010

LE "RIVELAZIONI IN NERO" di CARL JACOBI

E’ finalmente pronto il primo volume della nuova collana “I Giganti del Weird” con la prima parte della raccolta antologica dedicata a Carl Richard Jacobi. Stampato in tiratura controllata e limitata, può essere richiesto presso l’indirizzo e-mail della redazione. Il libro è stato stampato in base alle prenotazioni, per cui restano disponibili soltanto un piccolo quantitativo di copie, che, al costo di 25 euro caduna + spese di spedizione (2 euro invio normale, oppure 4 euro per la racomandata), possono essere ordinate e pagate con Postepay o bonifico. Si raccomanda comunque di chiedere prima per la disponibilità.

Carl Jacobi (1908-1997) è stato uno dei grandi autori del fantastico americano del primo Novecento, una delle colonne portanti del mitico pulp-magazine Weird Tales dagli anni Trenta ai Cinquanta, ovvero gli anni d’Oro della rivista, e il suo nome è assurto a classico anche con la pubblicazione di ben tre sue antologie edite dalla famosa Arkham House, la casa editrice che per prima ha scoperto e pubblicato l’opera di Lovecraft. Questa che pubblichiamo in esclusiva, con l’appoggio dell’Estate dell’autore, è la sua prima raccolta italiana, curata e coordinata da Luigi Musolino, e presenta 16 racconti quasi tutti inediti nel nostro paese. Altrettanti racconti appariranno nel secondo volume che completerà l’opera, e che uscirà nel corso del 2010. Si tratta di un tributo dovuto, oltre che di una formidabile opera di recupero di un autore che, per qualità e caratura, non mancherà di stupirvi con le piacevoli meraviglie offerte dalla buona letteratura weird d’annata. Di seguito forniamo il sommario completo del libro:

RIVELAZIONI IN NERO. RACCONTI SCELTI, Vol. I: 1928-1947

Nota del curatore
Introduzione (di R. Dixon Smith)
Carl Jacobi, maestro dimenticato del fantastico americano (di Luigi Musolino)

La palude di Mive
Moss Island
La carrozza sull’anello
Rivelazioni in nero
L’ultima corsa
La tomba nell’Altrove
Il volto nel vento
L’aquilone
Il Re e il fante
L’opera ultima di Sagasta
Indagine nelle tenebre
La pistola spettrale
La strada che non c’era
Il pesce di Carnaby
Tepondicon
La quantità casuale

Appendici:

“Dear Jacobi”: Lettere allo scrittore
Album fotografico: Immagini di Carl Jacobi

3 commenti:

Re Ratto ha detto...

Complimenti, un volume molto curato: sono davvero curioso di scoprire l'opera di Jacobi, autore che fino a poco fa mi era completamente sconosciuto. Quale occasione migliore?

Giovanni Valenzano ha detto...

Ecco, ho finito di leggerlo, o meglio, di divorarlo! Infatti, il suo stile è semplice, equilibrato e preciso, ma così dannatamente avvincente che non riuscivo a togliere gli occhi dalle parole leggendo fino alla fine per poi continuare con la storia successiva.
Prima di questa raccolta gli unici racconti di Jacobi che avevo letto sono "L'acquario" in Horror I e “La pistola d’argento” in Storie di Lupi Mannari, ma come spesso succede, leggendo un antologia contenente i racconti di più autori, li avevo parzialmente dimenticati. Quindi, mi ha fatto molto piacere rileggere il racconto sulla licantropia.
Oltre alle storie ho trovato molto interessanti l’introduzioni e le appendici.
E a questo punto non mi resta che complimentarmi con Luigi Musolino per aver scelto ed organizzato bene i racconti e le lettere, e con Pietro Guarriello per aver realizzato la bella copertina posteriore e per la scelta delle immagini interne.
Ma, se mi permettete di esprimere una critica, che spero venga considerata costruttiva e non offensiva, perché capisco quali sono le difficoltà editoriali di una casa editrice piccola come la vostra (ma traboccante di passione!), penso che per un libro di questa importanza e per tutti gli altri della stessa collana che verranno pubblicati in seguito siano adatte pagine un po’ meno flessibili e porose.
A parte tutto non vedo l’ora di leggere la prossima antologia e… spero di non imbattermi in un bianco, enorme ed antropofago muschio durante le prossime escursioni di rilevamento geologico. : D

Jason Myers ha detto...

Ottimo libro! Le storie "meno note" tra l'altro sono secondo me le più avvincenti. L'apporto critico e di contorno è veramente di gran livello. Questa uscita meriterebbe ben altre tirature, un ringraziamento a Musolino e Pietrobaldus per aver realizzato questo sogno! Se non ci foste voi dovremmo ordinare continuamente da oltre oceano. Grazie, grazie e ri-grazie. Ovviamente... sotto col 2° volume prima di subito (il primo - inutile dirlo - è già stato masticato!). :-P Salutoni