Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

I RACCONTI DI DRACULA SU AMAZON!

Immagine
Tornano a nuova vita I RACCONTI DI DRACULA: i migliori capolavori della serie presentati in una nuova veste grafica e in nuovo formato . I primi 5 volumi sono già disponibili. Di seguito le informazioni editoriali e i link per l’acquisto. I RACCONTI DI DRACULA è stata una storica collana pubblicata dal 1959 al 1981 dall’Editrice ERP (poi Wamp) del barone Antonino Cantarella. Paragonata alla mitica Weird Tales, questa serie era il frutto di un gruppo di Autori eccezionali e di circostanze favorevoli che portarono alla nascita di un genere di narrativa a formula, dando linfa alla moderna letteratura fantastica e del terrore di marchio italiano. In questa mitica serie apparvero numerosi capolavori del genere nero e soprannaturale di scrittori italiani, nascosti tutti, come usava all’epoca, sotto presudonimi anglofoni o tedeschi. Per molti anni si continuò a credere che i libri della collana “I racconti di Dracula” fossero traduzioni di autori stranieri. Nei crediti del libro compar

ZOTHIQUE 3

Immagine
Acquistabile su Amazon il terzo numero di “ZOTHIQUE”, rivista dedicata alla letteratura weird , con racconti inediti e approfondimenti sui migliori scrittori di genere. Apre questo terzo appuntamento un saggio di S.T. Joshi , massimo esperto mondiale di letteratura fantastica, che ci parla di com’è avvenuto il passaggio dal gotico al weird, e di scrittori e opere fondamentali da riscoprire. Si passa poi al ricco dossier di questo numero, dedicato ad Algernon Blackwood : ce ne parla Matteo Mancini in un lunghissimo saggio in cui analizza tutta la sua produzione apparsa in Italia; e poi bibliografie, saggi, e ben due ghost-stories inedite dello scrittore: “I l Corpo di Fuoco ” e “I l Fantasma nella Soffitta ”. A seguire articoli, approfondimenti e racconti in prima traduzione italiana di Clark Ashton Smith e E. Hoffmann Price , nomi ben noti agli appassionati di “ Weird Tales ” . E poi c’è Robert E. Howard e la sua poesia, analizzata e tradotta da Mariano D’Anza. Ma anche l’Ital