RACCONTI MACABRI DAI MARI DEL NORD...




Là sulle cupe sponde del Mar Glaciale, invernale e impetuoso, stanno ancora gli dèi primitivi spinti agli estremi confini della terra, insieme alle spaventose potenze demoniache e informi delle tenebre: gnomi, troll, pericolose ondine malate d'amore, spiriti maligni che adescano gli esseri umani, fantasmi di annegati e soprattutto loro, i maligni draug, gli spaventosi non-morti della mitologia norrena, spettri umani che remano in strane barche e che nelle notti invernali ululano paurosamente nei fiordi. I “Racconti Macabri dei Mari del Nord” ve li faranno conoscere, e non potrete fare a meno di rabbrividire…
    
Scelta e tradotta da Bernardo Cicchetti, l’antologia che qui presentiamo porta per la prima volta in Italia i classici racconti macabri ambientati nei mari del Nord di Jonas Lie. Si tratta della traduzione dell’edizione inglese “Weird Tales from Northern Seas” (1893), che raccoglie le storie più spettrali di Lie, una serie di racconti dei quali nel nostro paese era apparso solo “Elias e il Draug” (ne “Il Libro delle Storie di Fantasmi”, Salani 1990), qui ritradotto, che è l’impressionante storia di un pescatore che, per aver ucciso una foca, si vede perseguitato da una nave governata dai morti. Come scrive Cicchetti nella sua Postfazione, “tutti i racconti costituiscono un esempio della straordinaria capacità dello scrittore di creare atmosfere arcane partendo da un contesto favolistico. Le presenze inquietanti rinviano direttamente al piccolo popolo di Machen e alle leggende nordiche, ma possiedono una vita propria che le rende degne abitatrici dei più profondi meandri del terrore”.

Jonas Lie (1833 - 1908) è considerato insieme a Ibsen uno dei grandi scrittori della letteratura norvegese. Scrisse potenti storie di mare legate alle superstizioni del popolo nordico, tra cui il romanzo Dem Fremsynte (1870), tradotto anche in Italia come “Il Veggente”.

Lo specialista Jack Sullivan ha definito Lie uno “scrittore di leggende del mare, specialista nel fondere realismo e mito” (cfr. Horror literature: A Core Collection and reference guide, a cura di Marshall B. Tymn, Bowker, New York, 1981, p. 254). La sua storia “La terra attira” (qui inclusa) fu scelta da Hugh Lamb per la sua oggi mitica antologia Terror by Gaslight (1975)

IL LIBRO E’ DISPONIBILE SU AMAZON:



Oppure può essere acquistato scontato (€ 14,50) anche con Paypal o bonifico, e spedizione piego di libri gratuita, scrivendo alla redazione: studilovecraft@yahoo.it

Commenti

Post popolari in questo blog

LA VALLE PERDUTA – La nuova edizione del romanzo di Algernon Blackwood

OMBRA di R.S. Greenough, un arabesco weird

UN MISCONOSCIUTO CLASSICO DEL WEIRD PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA