Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2021

STUDI LOVECRAFTIANI 19

Immagine
  STUDI LOVECRAFTIANI giunge al suo diciannovesimo appuntamento e lo fa con un numero ricchissimo: si parte con ben due interventi che fanno luce e rischiarano le presunte accuse di razzismo di cui lo scrittore è rimasto vittima in questo periodo di “caccia alle streghe 2.0”, come l’ha definito Marco Maculotti nel suo documentatissimo saggio sull’argomento. Leggetelo, e le vostre opinioni (se pensate che i racconti di HPL mostrino questo suo “lato oscuro”) non saranno più le stesse! L’altro intervento atto a dire la sua su “Lovecraft e il razzismo” è nientemeno che di S.T. Joshi , massimo esperto mondiale dello scrittore e persona al di fuori di ogni sospetto (essendo lui stesso di colore, di origini indiane e immigrato in suolo americano). Due interventi che finalmente dicono chiaramente come stanno le cose, e che speriamo servano a stemperare le polemiche di questi giorni. Si prosegue con uno speciale DOSSIER che, come si capisce anche dalla copertina del bravo Pietro Rotelli , è

ZOTHIQUE 6 - Speciale Gustav Meyrink

Immagine
  Introdotto da una bella copertina di Gino Carosini (autore anche delle illustrazioni interne) arriva con la primavera anche il nuovo numero di ZOTHIQUE , il sesto, dedicato ancora una volta interamente a un autore di culto del genere weird. In questo caso lo scrittore che si va ad approfondire è un vero Maestro della narrativa fantastico-esoterica, quel Gustav Meyrink autore di un vero capolavoro del genere, “ Il Golem ”, ma anche di tanti altri romanzi e racconti che hanno fatto la storia delle letteratura occulta. In questo speciale viene analizzata in dettaglio tutta la sua produzione, sia narrativa che saggistica. Si parte con un esauriente oltre che autorevole pezzo introduttivo di Gianfranco de Turris , forse il massimo esperto italiano delle opere di Meyrink, che in “La fantasia esoterica di Gustav Meyrink” ci parla del forte legame che c’è tra la vita e l’opera dello scrittore; gli scritti di Meyrink sono infatti pervasi da vere conoscenze arcane che lo scrittore realmente ac