DUE NOVITÀ DAGON PRESS

 Disponibili da oggi due nuove uscite che vanno a impreziosire il catalogo della Dagon Press…

 



LA CROCE DI CARL

di Walter Owen

 

Il primo libro, una primizia per l’Italia, esce nella collana “Weird Cult” che ha già presentato CHEETAH! ed è, al pari di quello, un titolo esplosivo. Il nostro “prestigiatore” Bernardo Cicchetti l’ha tirato fuori dal suo cappello a cilindro e, con la solita cura certosina, ha tradotto per noi un’opera fantastica e assolutamente unica, ingiustamente dimenticata fino ad oggi: si tratta della straordinaria novella LA CROCE DI CARL di Walter Owen, che molti esperti hanno giudicato come uno dei più bei libri weird di ambientazione bellica, un testo centrale nella storia della letteratura fantastica tra le Guerre.

Opera antimilitarista per eccellenza, “The Cross of Carl” è un breve romanzo surreale, brutale e perfino crudo in alcune sue descrizioni in cui si mettono in scena gli orrori della guerra. Fu scritto da Owen nel 1917, a seguito di un suo lungo ricovero in ospedale per una misteriosa quanto dolorosa malattia; durante la degenza l’autore ebbe una forma di esperienza extracorporea in cui sperimentò e osservò contemporaneamente gli eventi descritti nella storia, una sorta di bi-localizzazione della personalità indotta dall’assunzione di forti dosi di oppio per alleviare i dolori. In questo suo stato di trance, Owen ebbe alcune “visioni”, o allucinazioni che siano, che, come spiega in una sua nota clinica preliminare, permisero al suo spirito di “abitare” in modo temporaneo il corpo di un soldato sul campo di battaglia.

Si ritrova quindi nel corpo di Carl, il protagonista della novella, a combattere nelle trincee della prima guerra mondiale. Il compito che gli è stato assegnato è di avanzare insieme alla sua truppa verso la ‘Collina 51’… impresa che si trasformerà presto in un viaggio nell’orrore, un vero e proprio delirio che presto assume le forme dell’incubo.

Rimasto ferito in seguito allo scoppio di una granata, Carl viene infatti dato per morto e il suo corpo spedito in un misterioso impianto di riciclo dei cadaveri, una specie di fabbrica in cui si muovono figure surreali che usano i corpi dei soldati morti per i loro strani scopi. Carl diventa così una sorta di zombie che vaga nella desolazione dei campi di battaglia silenziosi di morte come un cristo impazzito. Una figura paurosa ma nello stesso tempo messianica, che riflette (e fa riflettere) sugli orrori del conflitto.

Il tutto narrato con una prosa vivida e poetica, dove anche le descrizioni più nauseanti assumono una forma epica. L'avanzata sulla ‘collina 51’ è un tour de force narrativo, straordinario ma allucinante per le descrizioni grafiche di corpi mutilati e anime squilibrate; ma probabilmente furono le scene surreali nella Fabbrica futuristica che portarono Karl Edward Wagner a elencare La Croce di Carl tra i tredici migliori romanzi di fantascienza weird. E questo di Owen è sicuramente uno dei libri più strani di questo particolare genere, un urlo straziante in una prosa acuta.

Il testo, come abbiamo detto, fu scritto e accettato per la pubblicazione nel 1917, poi però fu bandito l’anno seguente, prima della sua uscita, a causa forse dei forti contenuti e per l’eccesso di violenza in esso presenti; ma più probabilmente gli toccò lo scotto dell’ostracismo per il suo sotteso messaggio antimilitarista in un periodo in cui le nazioni erano in guerra. Languì quindi fino al 1931, allorché venne pubblicato per la prima volta in un raro chapbook dall’editore londinese Grant Richards. In seguito riapparve in In the Grip of Terror, celebre antologia del 1951a cura di Groff Conklin, tornando poi nell’oblio. Qui è rimasto fino ad oggi, prima che lo recuperassimo grazie alla lungimiranza del curatore Bernardo Cicchetti.

 



Siamo quindi felici e orgogliosi di portarlo per la prima volta in Italia, in un’edizione degna della sua fama: una tiratura limitata (di sole 150 copie numerate) che ben figurerà nella collezione degli appassionati e dei cultori del fantastico che saranno fortunati da averlo in libreria.

Il libro è illustrato con disegni a tema di Otto Dix e presenta inoltre alcune appendici critico-figurative.

Di seguito le specifiche tipografiche:

- Edizione rilegata formato 15x21 da 144 pagine su carta patinata opaca 130 gr., con sovracopertina antipolvere stampata a 4 col in carta patinata opaca gr. 200, plastificata opaca da un lato, con due risvolti da 10 cm.

- carta di qualità proveniente dalle cartiere fedrigoni;

- cartonato rigido di copertina rivestito in carta goffrata, con stampa a colori nero e rosso su freelife merida scarlet fedrigoni gr.140

- risguardi in siro nero

- rilegatura cucita a filo.

Quindi si tratta di un volumetto di gran pregio, da collezione, che offriamo a 29 euro + 4 di spedizione raccomandata tracciabile, prezzo inteso per coprire i costi di realizzazione e di stampa.








Per richieste e informazioni scrivere a:

studilovecraft@yahoo.it

 


IL CUSTODE DELLA POLVERE

di Joseph Payne Brennan

 



 La nostra seconda uscita riporta in vita la vecchia collana dedicata ai “Giganti del Weird” (chi ricorda la doppia raccolta di Carl Jacobi?) rinnovata graficamente e ribattezzata ora “I Miti di Weird Tales”. Si tratta di una serie di libri che saranno dedicati a opere inedite degli scrittori più rappresentativi e importanti usciti sulla mitica rivista “Weird Tales”. In arrivo, prossimamente, altri due titoli dedicati rispettivamente a Frank Belknap Long e a Robert E. Howard.

In questo caso, però, abbiamo scelto di dedicare la prima uscita a uno scrittore non così famoso, e a torto oggi quasi dimenticato, se non fosse per gli apprezzamenti di Stephen King che lo considera un suo Maestro: si tratta di Joseph Payne Brennan (1918-1990), l’ultimo grande nome a esordire nelle pagine del “The Unique Magazine” prima della sua chiusura. Il questa sua prima raccolta italiana, IL CUSTODE DELLA POLVERE, sono inclusi i racconti usciti su Weird Tales insieme alle storie di sapore lovecraftiano che Brennan scrisse con parsimonia, ma che coprono un arco temporale che attraversa tutta la sua straordinaria carriera.

Da “Il Pappagallo Verde” a “Il Baule di Calamandra”, da “Il Settimo Incantesimo”, “Il Poggio a Nord”, “La Piattaforma di Salice”, fino a “Il Tesoro di Forringer” e “La Palude dei Jendick”, in questa straordinario volume di racconti, finora inediti in Italia, potrete leggere le migliori storie uscite dalla fantasia di un grande weird-writer che fu anche poeta (apprezzato, tra gli altri, da Thomas Ligotti).

Abbiamo pensato quindi di proporre inizialmente un’edizione speciale (tiratura di sole 50 copie!) destinate ai cultori e ai collezionisti che seguono la Dagon Press: edizione rilegata in cartonato rigido e sovracopertina antipolvere, 200 pp. in formato 15x21, con carta patinata e illustrazioni interne in b/n e a colori. Prezzo 29 euro.








Disponibile fino ad esaurimento copie!

L’edizione regolare, in brossura e diverso formato, interni in b/n e carta avoriata, uscirà invece nel 2022 e sarà disponibile anche su Amazon.

 

Segnaliamo anche che la grafica di questo volume è stata curata dal visual designer Dario Cogliati, che ringraziamo e a cui diamo il benvenuto tra i nostri collaboratori, e che la fascinosa copertina è opera della bravissima Federica Pasin, già al lavoro anche su altre cover.

Solo per pochi fortunati, quindi, questi gioiellini editoriali stampati in tipografia. Ordinateli subito, o resterete senza!


Per richieste e informazioni scrivere a:

studilovecraft@yahoo.it



Commenti

Post popolari in questo blog

UN MISCONOSCIUTO CLASSICO DEL WEIRD PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

IL CREATORE DI OMBRE di Jack Mann inaugura una nuova collana: “I MAGRI NOTTURNI”.