Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2009

Il tema della distanza nei racconti di H. P. Lovecraft

Immagine
E’ disponibile il nuovo volume della collana “book” di Studi Lovecraftiani. Si tratta di un testo originale che va ad arricchire il ristretto canone degli studi italiani sul Maestro di Providence, aggiungendo un nuovo, inedito tassello critico all’analisi del “cosmic horror” lovecraftiano. In cosa consiste l’orrore in Lovecraft e, soprattutto, qual è la sua origine? E’ questo il tema del presente lavoro, che va alla ricerca dell’esatto luogo d’origine degli orrori lovecraftiani con lo scopo di considerarlo elemento interpretativo da concatenare all’Ignoto, al Non-Conosciuto . In questo senso, i racconti di Lovecraft possono essere considerati come un inconsapevole cammino che i suoi personaggi compiono alla volta di un inimmaginabile orrore. È esattamente in questa prospettiva che il tema della distanza entra in campo: se, a detta di Lovecraft, “l’orrore è sempre strettamente congiunto all’ignoto e all’insolito”, è proprio in questa dimensione di diversità, di estraneità, che egli