mercoledì 1 aprile 2009

STUDI LOVECRAFTIANI: i numeri 9 e 10

Sono usciti due nuovi numeri in formato “book” di Studi Lovecraftiani, rivista aperiodica di critica e di studio sulla vita e l’opera di H. P. Lovecraft. In eleganti volumetti illustrati di circa 100 pp. l’uno sono presentati saggi, articoli, recensioni e documenti accompagnati da scritti inediti in Italia del Sognatore di Providence.

Il n. 9 contiene il terzo e ultimo speciale su Lovecraft e il cinema. Si apre con un interessante excursus del critico francese Jean-Louis Letraut, che per la prima volta rivela curiosità, risvolti e retroscena lovecraftiani del film “Providence” di Alain Resnais! Tra gli altri contenuti anche un lungo saggio sui film tratti dal racconto “Il Colore Venuto dallo Spazio”, due interviste - al regista Stuart Gordon che qui non ha bisogno di presentazioni, e a uno degli autori della premiata pellicola “The Call of Cthulhu”, Sean Branney (quest’ultima in esclusiva) – poi estratti di lettere inedite di HPL stesso, che rivela i suoi gusti mainstream in fatto di cinema, un pezzo sui serial televisivi che hanno presentato storie lovecraftiane, e molto altro ancora!

Il n. 10 (Inverno 2009, pp. 104) offre due corposi saggi, uno sul racconto di Lovecraft “Nella Cripta” (In the Vault), di cui vengono analizzate le influenze che hanno radici nel folklore e nelle antiche credenze popolari, l’altro sui racconti lovecraftiani dello scrittore texano Robert E. Howard, che fu amico e corrispondente di Lovecraft nonche, al suo pari, nume tutelare del mitico pulp-magazine Weird Tales. Nelle “Note lovecraftiane” vengono ripercorsi cinque anni di musica rock ispirata dalle storie del Maestro di Providence, mentre il critico americano Peter Cannon documenta le similitudini letterarie esistenti tra Moby Dick di Melville e L’Orrore di Dunwich di Lovecraft. In esclusiva italiana è tradotta poi una collaborazione narrativa, da noi ancora inedita, tra HPL e Robert H. Barlow! Questo, e molto altro ancora, vi aspetta sulle pagine di Studi Lovecraftiani, le cui splendide copertine a colori si devono al nostro valido collaboratore Matteo Bocci, che ha anche una sua gallery personale su DeviantArt:
Di seguito il sommario in dettaglio dei due nuovi numeri:

STUDI LOVECRAFTIANI 9
SPECIALE LOVECRAFT AL CINEMA – libro terzo





Sommario:

- Lovecraft e il cinema, di Jean-Louis Leutrat
- Il cinema di The Colout Out of Space, di Davide Rossato
- Lovecraft & Carpenter nelle fauci della follia, di Luigi Musolino
- Filmando l’Infilmabile: Intervista a Stuart Gordon, a cura di Joseph O’Brien
- Intervista a Sean Branney, a cura di Stefano Mazza
- La ‘Cosa’ sulla Sponda: Elementi di teratologia lovecraftiana in “The Host”, di Luca Foffano
- Sul cinema: Lettere a Robert Bloch, di H. P. Lovecraft
- Cthulhu Films, di Davide Rossato
- Lovecraft televisivo, di Charles P. Mitchell
- Filmografia lovecraftiana a schede, di Stefano Mazza


STUDI LOVECRAFTIANI 10




Sommario:

- “Nella Cripta” di H. P. Lovecraft, di Gianluca Stirpe
- Avventurieri alle soglie dell’Altrove: H. P. Lovecraft, R. E. Howard e i “Miti di Cthulhu, di Umberto Sisia
- Testi Sacri e Cosmogonie: Il Necronomicon tra miti primevi e simbolismi archetipi, di Renzo Giorgetti
- Note Lovecraftiane, di Bruno Gargano
- “Chiamatemi Whateley”: Echi di Moby Dick in The Dunwich Horror, di Peter Cannon
- L’Uccisione del Mostro, di Robert H. Barlow & H. P. Lovecraft
- Riflessioni nel Tempio di Bokrug, di Umberto Sisia
- L’Orrore di Derleth, di Robert M. Price



Un numero di STUDI LOVECRAFTIANI costa 10 euro + spese di spedizione (2,50 euro per posta ordinaria, 4 euro per la raccomandata).

Le richieste (così come informazioni e domande) possono essere inoltrate all’indirizzo e-mail della redazione:
studilovecraft@yahoo.it

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho appena acquistato il n. 10. Eccellente, realizzato con passione e competenza. Ringraziamenti infiniti. Bruno.

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good